Francesco Bellesia2017-11-21T10:54:12+00:00

Francesco Bellesia

Francesco Bellesia

Creativo, ironico e curioso, alla fotografia professionale ha sempre affiancato una ricerca artistica personale. Particolarmente attratto dallo still life creativo legato al food, ama sperimentare per affinare il suo rapporto con la composizione e la luce. Suo tratto distintivo le immagini arricchite da idee creative spesso ironiche.

Dopo il liceo Artistico Beato Angelico di Milano lavora nello studio di pubblicità del padre, Bruno Bellesia, pittore e creativo, dove fa le sue prime esperienze nella grafica pubblicitaria. Nei primi anni ’70 apre il suo studio fotografico nel cuore di Milano e inizia diverse collaborazioni tra cui con l’azienda cosmetica Hanorah Italiana. Dall’incontro con Giorgio Citelli nasce l’etichetta Almat, una struttura che si specializza in creazioni editoriali da cui nascono i quattro volumi “I Racconti dell’Ortolano” realizzati con una tecnica mista di fotografia e illustrazione. Verso la fine degli anni ’70 realizza copertine e fotografie redazionali per diverse case editrici nel settore architettura e arredamento: AD, Casa Viva, Riabita, Casa Classica, Ville e Giardini, Ville e Casali. Questa esperienza lo mette in contatto con aziende di complementi di arredo tra cui Rexite, Tronconi, Zucchetti per le quali realizzerà still life per brochure e advertising.

Nel 1982 inizia a collaborare con importanti agenzie pubblicitarie tra cui Leo Burnett, Ogilvy & Mather, Thompson, Armando Testa e Selection: per loro realizza scatti fotografici per campagne pubblicitarie.

Nel 1985, spinto dalla curiosità di conoscere e confrontarsi con altri colleghi e avere una migliore visione dello sviluppo della professione, si iscrive all’Afip (Associazione Fotografi ItalianiProfessionisti) dove affronta temi legati alla deontologia professionale e al Diritto d’Autore.

Nel 1988, in collaborazione con Roberto Benzi, realizza le fotografie per “Alma Ticinensis Universitas” un volume che documenta le meraviglie di una complessa e storica struttura come l’Università degli Studi di Pavia. Alla fine degli anni ’80 è chiamato a Toronto per gli scatti del catalogo della Downsview Kitchen. Proprio in Canada scopre un nuovo sistema di post-produzione delle immagini, un grande monitor dove la fotografia viene sottoposta a rivoluzionari trattamenti. Folgorato da questa esperienza, nel 1994 crea, in collaborazione con due colleghi, Wanted, una struttura completamente digitale a partire dalla ripresa fotografica fino alla stampa finale certificata.

Negli anni seguenti partecipa all’ideazione e alla realizzazione di una serie di CD-Rom Royalty Free (Taglia e Incolla-Fotografi Associati) e successivamente di un archivio fotografico digitale, Imagissimo. Inoltre, collabora con agenzie fotografiche specializzate nel food (L’Immaginario, Tresfood e Stockfood, agenzia fotografica leader nel settore). Negli anni si è sempre più specializzato nella fotografia di food. Ha realizzato molti lavori per il packaging e per campagne pubblicitarie di prodotti alimentari di importanti aziende del settore.

Nel 1998 fonda con Nicoletta Innocenti lo studio Blueberry, struttura che si distingue nella Food Photograpy in tutte le sue applicazioni commerciali.

Mostre e premi

  • 1987 La prima Mostra Portfolio presso la storica cornice dell’enoteca N’ombra de Vin a Milano.
  • 1991 La rivista L’Etichetta gli dedica una pagina in un servizio dedicato ai più importanti fotografi del settore food.
  • 1994 Partecipa alla collettiva presso la galleria Il Diaframma di Milano, allestita da Lanfranco Colombo, dove viene presentato il libro Fotografi Italiani, una raccolta di tutti gli autori che negli anni hanno esposto presso la galleria.
  • 1997 Primo Premio Afip per la fotografia di ricerca intitolato ad Alfa Castaldi in collaborazione con l’Art Directors Club Italiano nella sezione “La vita e l’Azione”.
  • 2013 Finalista al Concorso Internazionale Pink Lady Food Photographers of the Year nella sezione Cream of the Crop con una mostra organizzata a Londra presso la galleria The Mall.
  • 2017 Collettiva Food Shot coordinata da Angelo Cucchetto presso il Palazzo del Senato in via Senato a Milano.
  • 2017 Mostra collettiva De Cibo in concomitanza con MfoodW presso lo Spazio Bergognone di Milano.
  • Giugno 2017 Mostra personale presso la galleria Baricentro di Milano curata da Sandra Benvenuti.